Ci si ritrova spesso a sentir parlare di questo tema, ma allora, quali diavolo sono questi 200 fattori di Ranking?

Secondo me ne saranno 200.000 ma su su una parte di questi ci si può fare abbastanza affidamento, vi ricordo che è impossibile avere una lista con tutti i fattori, poi ci sarebbe da considerare anche i fattori di ogni singolo fattore e non se ne uscirebbe più.

Nella lista seguente alcuni sono dimostrati, alcuni sono da dimostrare ed altri sono solo illusioni di alcuni seo. Ma la maggior parte o quelli più chiacchierati ci sono. Quindi andiamo a vedere quali sono questi 200 fattori che influenzano il Ranking del vostro sito.

Fattori del Dominio

 Età del Dominio: Matt Cutts nelle sue diverse interviste ha affermato che: “La differenza tra un dominio che ha un’età di sei mesi e uno che ha un anno è davvero grande”. Con queste parole Matt Cutts ha voluto far capire che il primo fattore per aumenterà il Ranking di un sito è l’età del dominio… ma oggi questo fattore sembra che non è più cosi importante.

Parola chiave all’interno del Dominio: La Parola chiave all’interno del vostro nome a dominio non da più una spinta così rilevante a causa degli aggiornamenti degli algoritmi di google, ma avendo la parola chiave nel dominio ancora oggi ha il suo valore. Dopo tutto, sono ancora le parole chiave in grassetto che appaiono in un nome di un dominio.

 

Iniziare il Dominio con la parola chiave: I relatori del sito Moz Search Engine Ranking Factors, hanno dedotto che è un’ottima strategia seo iniziare il proprio dominio con la parola chiave di destinazione perché ha un vantaggio sui siti che non hanno la parola chiave nel loro dominio o che hanno la parola chiave al centro o alla fine del loro dominio.

 

Lunghezza del Dominio: Un brevetto di Google afferma: “Preziosi (legittime) sono i domini che spesso vengono pagati con diversi anni di anticipo, mentre i doorway (illegittimi) sono domini raramente utilizzati per più di un anno. Pertanto, la data di scadenza di un dominio, può essere utilizzata come un fattore nel predire la legittimità di un dominio” cosi da far aumentare il Ranking.

 

La Parola chiave in Sottodominio: MOZ prevede che se all’interno di un sotto-dominio del proprio sito è presente una parola chiave essa potrà aumentare il vostro rank.

 

Storia del Dominio: Un sito con la proprietà volatile (tramite whois) oppure un sito che viene spesso abbandonato  può indurre Google a “resettare” la storia del sito, negando link che puntano al proprio dominio.

 

Esatto dominio: le EMDs possono ancora dare un vantaggio… principalmente se si tratta di un sito di qualità. Ma se accade che un sito è di bassa qualità, esso risulta vulnerabile all’aggiornamento EMD.

 

Dominio Pubblico vs WHOIS Privato: Le informazioni WHOIS Private possono essere un segno di “qualcosa da nascondere”. Matt Cutts ha citato al Pubcon 2006 le seguenti dichiarazioni: ” Quando ho controllato il whois del loro sito, tutte le loro pagine erano composta dalla privacy WHOIS“. Esso è un servizio di tutela della privacy”. Però Questo comportamento è relativamente insolito. … Avendo la privacy del whois non è male, ma una volta che si utilizza questa privacy su quasi tutte le pagine del sito e questi fattori tutti insieme, si sta spesso parlando di un tipo molto diverso di webmaster comune ma si sta palando di un webmaster che ha un singolo sito o più di lì. ”

 

Penalizzazione del Proprietario WhoIs: Se Google identifica una determinata persona come uno spammer, esso andrà sicuramente ad esaminare altri siti di proprietà di quella persona che viene considerata spammer.

 

Estensione TLD per paesi: Avere un Code Top Level Domain Paese (.cn, .pt, .ca) aiuta il rango del sito per quel determinato paese … ma andrà a limitare la capacità del vostro sito di posizionarsi a livello mondiale o con altre estensioni.

 

Parola chiave nel Tag Title: Il tag title è il secondo pezzo più importante di una pagina web oltre al contenuto della pagina e quindi utilizzare in modo coretto questo Tag Title aiuta ad inviare un forte segnale per la SEO e quindi un miglioramento nella SERP della pagina.

 

Iniziare il Title Tag con la parola chiave: Secondo alcune analisi di Moz , il Tag Title che inizia con una parola chiave tende a svolgere meglio il suo lavoro rispetto ai Tag Title con la parola chiave verso la fine.

 

Parola chiave nella descrizione Tag: è un altro segnale importante per il rango del sito. Alcune seo pero dicono che oggi non è poi cosi importante, ma sicuramente farà la differenza con un sito che non utilizzata questo tag.

 

Parola chiave nei Tag H1: I tag H1 sono un “secondo tag title” che invia un altro segnale importante a Google. Quindi questo Tag deve essere utilizzato in modo corretto e inserire al suo interno la vostra parola chiave.

 

Utilizzare la parola chiave frequentemente nel documento: Avere una parola chiave che compare più volete in un documento potrà portare un segnale importante per il vostro posizionamento.

 

Lunghezza contenuto: Il Contenuto di più parole è in grado avere un segnale più importante rispetto a contenuti con meno parole. Quindi probabilmente è preferito scrivere documenti con più contenuti per avere un aumento del vostro rango. Infatti secondo alcuni studi  SERPIQ ha scoperto che la lunghezza del contenuto è correlata con la posizione della SERP:

 

Densità della parola chiave: Anche se non è così importante come era una volta, la densità delle parole chiave all’interno di un contenuto è ancora qualcosa che Google utilizza per determinare il tema di una pagina web. Ma esagerare può fare male.

 

La Semantica della parola chiave nei contenuti (LSI): le parole chiave LSI aiutano i motori di ricerca ad estrarre significati da parole con più di un significato ad esempio (Apple l’azienda di computer vs la frutta). La presenza oppure assenza di queste parole probabilmente agisce anche come un segnale di qualità del contenuto.

 

LSI parola chiave nei Tag Title e descrizione: Come con i contenuti web, le parole chiave “LSI” nei meta-tag aiutano probabilmente a Google a discernere tra sinonimi. Può anche agire come un segnale importante.

 

Velocità di caricamento della pagina: Sia Google e Bing richiedono che una pagina si carichi ad una certa velocità. Alcuni Spider dei motori di ricerca sono in grado di calcolare la velocità di caricamento del vostro sito, cosi da capire se il vostro sito dovrà essere migliorato sotto questo profilo e vi diranno le giuste modifiche da fare in caso che il vostro sito sia molto lento nel caricamento.

 

Contenuti duplicati: un contenuto identico sullo stesso sito (anche leggermente modificato) può influenzare negativamente la visibilità sui motori di ricerca di un sito e il suo posizionamento nella SERP.

 

Rel = Canonical: Se usato correttamente , l’uso di questo tag può impedire a Google di indicizzare queste pagine di contenuti duplicati cosi da non cadere in penalizzazione. Si consiglia di utilizzare questo Tag in modo corretto e non eccessivo.

 

Velocità di caricamento delle pagine tramite Chrome : Google oltre ai suoi algoritmi, utilizza Chrome per identificare dati degli utenti per capire meglio il tempo di caricamento di una pagina prendendo in  considerazione la velocità del server, l’utilizzo CDN e altri segnali di velocità del  sito non relativi a HTML come fanno i normali tool.

 

Ottimizzazione dell’immagine: Inserire immagini sulla pagina web consente di inviare ai motori di ricerca importanti segnali di pertinenza attraverso il loro nome di file, il testo alt, il titolo, la descrizione e la didascalia.

 

Aggiornamenti dei contenuti: L’aggiornamento recente di Google Caffeine stabilisce che i siti devono essere aggiornati spesso con nuovi  Evidenziando l’importanza di questo fattore, Google mostra la data dell’ultimo aggiornamento di una pagina per determinate pagine all’interno della SERP.

 

Entità degli aggiornamenti dei contenuti : Modificando e cambiando spesso i vecchi contenuti può essere considerato  anche un fattore di freschezza del sito web. L’Aggiunta o rimozione di intere sezioni è un aggiornamento più significativo rispetto al precedente può essere considerato importante per il rango del sito.

Aggiornamenti storici della pagina: Quante volte la pagina è stata aggiornata nel corso del tempo? Giornaliera, settimanale, ogni 5 anni? La frequenza di aggiornamenti della pagina può anche svolgere un ruolo nella freschezza.

 

Parola chiave primaria: Avere una parola chiave che appare nelle prime 100 parole del contenuto di una pagina sembra essere un segnale significativo.

 

Parola chiave nei Tag H2, H3: Avere la parola chiave che appare come una sottotitolo in formato H2 o H3 può essere un altro segnale di pertinenza debole. Anche il sito di Moz è d’accordo su questa tecnica.

 

Parola d’ordine: Una corrispondenza esatta della parola chiave ricercata in un contenuto di una pagina, in genere rango, meglio che la stessa frase di parole chiave venga digitato in un ordine diverso. Per esempio: considerare la ricerca di: “Tecniche di tosatura del gatto”. Una pagina ottimizzata per le “tecniche di rasatura gatto” frase di rango, è meglio di una pagina ottimizzata per “tecniche per la rasatura un gatto”. Questo è un buon esempio del perché la ricerca di parole chiave è molto, molto importante.

 

Outbound Link Quality: Molti SEO pensano che il collegamento verso siti di autorità aiuta a inviare segnali di fiducia a Google.

 

Outbound link a tema: Secondo Moz , i motori di ricerca possono identificare il contenuto delle pagine che vengono collegate ad un sito con lo stesso tema e può portare ad un ottimo posizionamento. Ad esempio, se si dispone di una pagina di auto e il vostro sito viene collegato ad una pagina di film di auto, ciò può indicare a Google a pensare che la pagina parla di film sulle auto e non di automobili.

 

Grammatica e ortografia: la grammatica e l’ortografia corretta è un segnale di qualità, anche se Cutts ha dato messaggi contrastanti nel 2011 su questo discorso.

 

Contenuti originali: Il contenuto della pagina è originale? Se scopiazzato o copiato interamente da una pagina indicizzata non potrà portare valore alla tua pagina ma potrà solo peggiorare la tua posizione in SERP.

 

Contenuti utili al supporto delle pagine: Secondo la linea di riferimento pubblicata da Google Rater, i contenuti supplementari utili sono un indicatore della qualità di una pagina (e, quindi, la classifica di Google). Gli esempi includono convertitori di valuta, calcolatori di prestiti,interesse e ricette interattive.

 

Numero di link in uscita: Troppi link in uscita possono compromettere il PageRank della pagina e può far male nei risultati di ricerca.

 

Multimedia: immagini, video e altri elementi multimediali possono agire come un segnale di qualità del contenuto.

 

Numero di link interni che puntano ad altre pagine: Il numero di link interni a una pagina indica la sua importanza rispetto ad altre pagine del sito.

 

Qualità di link interni che puntano alla pagina : collegamenti interni da pagine autorevoli sul proprio dominio ha un effetto più forte di pagine senza o con basso PR.

 

Broken Links: Avere troppi collegamenti interrotti in una pagina può essere un segno di un sito trascurato o abbandonato. La linea di Google Rater è un documento utilizzato per individuare i collegamenti interrotti cosa da valutare la qualità di un sito.

 

Livello di lettura: Non c’è dubbio che Google stima il livello di lettura di una pagina web. Alcuni SEO dicono che un livello di lettura di base aiuterà il vostro page rank, perché si rivolge alla massa. Tuttavia, Linchpin  ha scoperto che il livello di lettura è stato uno dei fattori che separava siti di qualità da siti mulino.

 

Affiliate Links: i link di affiliazione probabilmente non faranno male alla vostra classifica. Ma se ne avete troppi, l’algoritmo di Google può prestare maggiore attenzione ad altri segnali di qualità per assicurarsi che non sei un “sito affiliato”.

 

Errori di HTML / validazione W3C: Un sacco di errori HTML o una codifica sciatta possono essere un segno di un sito di qualità scadente. Mentre, molti SEO pensano che la validazione WC3 è un segnale di qualità molto debole.

 

Autorità Dominio: Tutte le cose di una pagina su un dominio autorevole sarà superiore a quello di una pagina su un dominio con meno autorità.

 

PageRank: I PageRank non sono perfettamente correlati. Ma in generale le pagine con PR alti tendono a classificarsi meglio in SERP rispetto a pagine con bassi PR.

 

Lunghezza URL: Search Engine Journal osserva che eccessivamente gli URL lunghi possono danneggiare la ricerca di visibilità. Quindi si consiglia di scrivere url bervi e mirati.

 

Percorso URL : Una pagina più vicino alla homepage può avere più valore rispetto ad una pagina più distante dalla hompage.

 

Redattori umani: Anche se non confermato, Google ha depositato un brevetto per un sistema che permette ai redattori di influenzare la SERP.

 

Categoria della pagina: La categoria della pagina appare come un segnale importante. Infatti una pagina che fa parte di una categoria strettamente correlata dovrebbe ottenere una spinta pertinente rispetto a una pagina che è classificata in una categoria non correlata o meno correlata.

 

WordPress Tags: I Tags sono segnali di WordPress di specifica importanza. Secondo Yoast.com : “L’unico modo per migliorare la SEO è mettere in relazione un pezzo di contenuto a un altro, e più precisamente un gruppo di messaggi l’un l’altro collegandoli tramite i Tags”.

 

Parola chiave nell’URL : Un altro importante segnale di pertinenza.

 

Stringa URL: Le categorie della stringa URL vengono letti da Google e può fornire un segnale tematico di ciò che una pagina parla realmente.

 

Riferimenti e Fonti: Citare le fonti, può essere un segno di qualità di un sito web. Le linee guida sulla qualità di Google afferma che i revisori dovrebbero tenere d’occhio le fonti quando guardano alcune pagine: “Questo è un argomento in cui le competenze delle fonti autorevoli sono importanti.”.

 

Elenchi puntati ed elenchi numerati: Elenchi puntati e gli elenchi numerati aiutano a spezzare i tuoi contenuti per i lettori, cosi da renderli più facili da leggere. Google probabilmente è d’accordo e può preferire contenuti con elenchi puntati e numerati, rispetto a contenuti non puntati.

 

Priorità Sitemap: La priorità di una pagina viene dato tramite il file sitemap.xml che può influenzare la classifica nella SERP dei motori di ricerca.

 

Troppi link in uscita: Direttamente dal documento di qualità di cui sopra citato: “Alcune pagine sono piene di troppi link, così da oscurare la pagina e distrarre il lettore dal contenuto principale”.

 

Quantità di altre parole chiave: All’interno del documento è possibile utilizzare altre parole chiave oltre a quella principale così da dare a Google un segnale interno di qualità.

 

Età della Pagina: Anche se Google preferisce contenuti freschi, una pagina più vecchia che è regolarmente aggiornata può superare una pagina nuova.

 

Versione Utente: Citando le linee guida di Google Quality relative alla qualità del documento ancora una volta possiamo dire che: ” Bisogna creare layout che facilitano la visibilità immediata del contenuto principale.” Questa tecnica infatti potrà portare un valore aggiuntivo alle vostre pagine.

 

Domini parcheggiati : Un aggiornamento di Google nel mese di dicembre del 2011 ha diminuito le visibilità di domini attualmente parcheggiati, cosi da liberare spazio a domini attivi.

 

Contenuti utili: Come rilevato dal lettore da alcuni lettori , Google può distinguere tra contenuti di “qualità” e contenuti “utili”.

 

Fattori del sito a livello di:

 

Fornire contenuti unici e di qualità: Google ha dichiarato che è a caccia di siti che non portano nulla di nuovo o utile al lavoro, in particolare siti affiliati.

 

Pagina Contatti: Il suddetto Google Quality afferma che preferisce i siti con una “quantità appropriata di informazioni di contatto”. Inoltre suppone che se le informazioni di contatto corrisponde al tuo informazioni whois, il tuo sito sarà visto con occhi diversi rispetto ad altri siti web.

 

Dominio Fiducia / TrustRank: Il TrustRank non è altro la fiducia che da google al tuo sito. Questa misura viene misurata dalla quanti di link provenienti da siti altamente affidabili al vostro sito. Esso  è un fattore molto importante per il ranking. Si può leggere di più su TrustRank qui .

 

Architettura del sito: Un’architettura di un sito ben messo in particolare una struttura solida aiuta Google ad organizzare tematicamente il vostro contenuto.

 

Aggiornamenti del sito: Quante volte un sito è aggiornato? E soprattutto quando un nuovo contenuto viene aggiunto al sito? Questi lavori vengono considerati fattori importanti per determinare la freschezza del vostro sito.

 

Numero di pagine: Il numero basso di pagine è un segnale debole per la vostra autorità nella SERP. Infatti un sito con molte pagine aiuta a distinguerlo da siti affiliati.

 

Presenza di Sitemap: La sitemap aiuta ai motori di ricerca a trovare le pagine più facilmente e più a fondo, migliorando la visibilità del sito.

 

Sito Uptime: Un sacco di downtime dal sito cioè di interventi di manutenzione o problemi di server possono danneggiare la vostra posizione (e può anche provocare deindexing se non corretto).

 

Server Location: La velocità del Server può influenzare il vostro sito posizionato in diverse regioni geografiche. Particolarmente importante per le ricerche specifiche-geo.

 

Certificato SSL: Google ha confermato che i certificati SSL sono degli indici di posizionamento e chi usa l’HTTPS può avere un avanzamento di posizione in classifica.

 

Termini di servizio e Privacy Pagine: Queste due pagine aiutano a comunicare a Google che il sito è un membro affidabile di Internet.

 

Duplicate Meta Information On-Site: Duplicare meta informazioni sul vostro sito potrebbe causare una diminuzione di visibilità della tua pagina.

 

Breadcrumb Navigation: Questo stile di architettura all’interno di un sito aiuta gli utenti (e i motori di ricerca) che sanno dove si trovano sul sito: Sia SearchEngineJournal.com e Ethical SEO Consulting sostengono che questo set-up può essere un fattore di ranking.

 

Ottimizzato per i cellulari: l’obiettivo ufficiale di Google sul cellulare è quello di creare un sito reattivo.  E’ probabile che i siti reattivi possono ottenere un vantaggio nelle ricerche da un dispositivo mobile. Vedi l’aggiornamento sulla SEO Mobile.

 

YouTube: Non c’è dubbio che i video di YouTube hanno un trattamento preferenziale nella SERP (probabilmente perché Google lo possiede): In realtà, Search Engine Land ha rilevato che il traffico YouTube.com è aumentato in modo significativo dopo Google Panda.

 

Usabilità del sito: Un sito che è difficile da navigare può ferire la classifica nella SERP, questo perché andrà a ridurre il tempo sul proprio sito, pagine visualizzate e frequenza di rimbalzo. Questo può essere un fattore d’algoritmico dove raccoglie tutti i dati necessari per classificare il proprio sito.

 

Utilizzo di Google Analytics e Google Webmaster Tools: Alcuni pensano che avere questi due programmi installati sul vostro sito può migliorare l’indicizzazione della pagina. Essi possono anche influenzare direttamente il rango dando a Google più dati per lavorare (es. Frequenza di rimbalzo più accurato, anche se non si ottiene il traffico referall tuoi backlinks , ecc).

 

Recensioni utenti / reputazione del sito: Un sito su un sito web di recensioni come Yelp.com e RipOffReport.com probabilmente svolgono un ruolo importante nella algoritmo. Infatti Google ha raramente pubblicato che le recensioni effettuate degli utenti su un sito web, l’algoritmo di google di google avrà un occhio di riguardo su questi siti che hanno avuto una recensione da un utente.

fattori che influenzano google

Fattori backlink

 

Link da domini con età superiore: un backlinks da domini di età superiore può essere più potente di nuovi domini.

 

Link da domini: Il numero di domini che si riferiscono è uno dei più importanti fattori di ranking nella algoritmo di Google, come si può vedere da questo grafico da Moz (asse di fondo è la posizione SERP):

 

Link separati da IP C-Class: Link da indirizzi di classe C IP separati suggeriscono una larghezza più ampia di siti con link al vostro sito.

 

Linking Pagine: Il numero totale di pagine che si collegano – anche se alcuni sono sullo stesso dominio – è un fattore di ranking.

 

Alt Tag (per collegamenti immagini): Alt Tag è tag di un’immagine di testo di ancoraggio. Questo tag dovrà essere utilizzato per posizionare le vostre immagini nella SERP.

 

Link da domini.edu e .gov: Matt Cutts ha dichiarato che i domini .edu e .gov non tengono  conto dell’importanza di un sito. Tuttavia, ha stabilito che  non c’è nessun  posto speciale nel algoritmo per i .Gov e .edu TLD.

 

PR di collegamento Pagina: Il PageRank della pagina di riferimento è un importantissimo fattore di ranking.

 

Autorità di collegamento Dominio: L’autorità del dominio di riferimento può svolgere un ruolo importante e indipendente di un collegamento. Cioè un link da una pagina PR2 da un sito con una home page PR3 può valere meno di una pagina PR2 da PR8 Yale.edu.

 

Link Da Concorrenti: I Link da altre pagine della stessa categoria può essere più prezioso per il rango di una pagina per quella determinata parola chiave.

 

Azioni sui social : La quantità di livello di azioni sui social possono influenzare il valore del legame.

 

Link da Quartieri Bad: Link da “cattivi vicini” possono danneggiare il vostro sito .

 

Guest Messaggi: Anche se venite ospitati per una campagna SEO cappello bianco, i link provenienti da guest post – soprattutto in un settore bio autore – non può essere prezioso come un link contestuale sulla stessa pagina.

 

Link sulla Homepage del dominio e sulla Pagina secondaria: I link di una pagina di riferimento possono svolgere una particolare importanza nella valutazione di un sito – e dunque di un link.

 

Nofollow: Uno dei temi più controversi della SEO. Infatti google rilascia alcune parole ufficiale sulla questione e dice: “In generale non li seguiamo”. Il che suggerisce che essi fanno … almeno in certi casi, avere una certa percentuale di link nofollow che può anche indicare un profilo di collegamento innaturale rispetto al naturale.

 

La diversità di tipi di collegamento: Avere un innaturale e grande percentuale di collegamenti che provengono da un’unica fonte può essere un segno di webspam (cioè profili forum, commenti al blog). D’altra parte, collegamenti da fonti diverse è un segno di un profilo di legame naturale.

 

“Link sponsorizzati” o altre parole riguardo ai link: parole come “sponsor”, “partner di collegamento” e “link sponsorizzati” può diminuire il valore di un link.

 

Link contestuali: link incorporati all’interno di un contenuto di una pagina sono considerati più potente di link su una pagina vuota o trovata altrove. Un buon esempio di link contestuali sono backlinks da guestographics.

 

Eccessivo 301: Alcuni Links provenienti da 301 redirect , possono danneggiare il posizionamento in SERP.

 

Backlink Anchor Text : Google dichiara che i Backlink Anchor Tex sono in primo luogo, infatti i testi ancora oggi favoriscono la descrizione del link in uscita oppure in entrata. Quindi questo tag è molto importante per dare un segnale positivo a google per il vostro link. Ovviamente, il testo di ancoraggio è meno importante rispetto a prima (e probabilmente un segnale webspam). Ma si continua a inviare un segnale forte rilevanza in piccole dosi.

 

Collegamenti interni agli Anchor Text : All’interno del testo del link di ancoraggio c’è un altro segnale di pertinenza, anche se probabilmente pesato in modo diverso rispetto backlink testo di ancoraggio.

 

Collegamento Titolo di Attribuzione : Il titolo del link (il testo che appare quando si passa sopra un link) è anche usato come un debole segnale pertinenza.

 

Link Location nel contenuto: I link all’inizio di un contenuto potrà avere  più peso rispetto ad un link posto alla fine del contenuto.

 

TLD Domini del paese di riferimento: Ottenere link da un dominio di alto livello di estensioni di specifici per paese (.de, .cn, .co.uk) può aiutare a rango meglio in quel paese.

 

Link Location sulla pagina: Se un collegamento viene visualizzato in una pagina è importante. In generale, link incorporati in contenuto di una pagina sono più potenti dei collegamenti nella zona piè di pagina o barra laterale.

 

Collegamento Dominio Pertinenza: Un link dal sito in una nicchia simile è molto più potente di un link da un sito completamente indipendente. Ecco perché qualsiasi strategia SEO efficace oggi si concentra su come ottenere link rilevanti.

 

Livello Pertinenza: L’Hilltop Algorithm afferma che puntando ad una pagina che è strettamente legata al contenuto della stessa pagina è più potente di un link da una pagina non correlata.

 

Testo Intorno link Sentiment: Google ha probabilmente capito che un link del tuo sito è una raccomandazione o una parte di una recensione negativa. Collegamenti con sentimenti positivi intorno a loro probabilmente hanno più peso.

 

Parola chiave nel titolo: Google da la priorità ai link che contengono parole chiave della tua pagina nel titolo (“Gli esperti che collegano gli esperti”.)

 

Positive Link Velocity: Un sito con velocità di collegamento positiva di solito ottiene una spinta in SERP.

 

Negative Link Velocity: La velocità di collegamento negativa può ridurre in modo significativo le classifiche in quanto è un segnale di diminuzione di popolarità.

 

Link da pagine “hub”: Aaron Wall sostiene che ottenere link da pagine che sono considerate migliori risorse (o hub) su un determinato argomento sono dotati di un trattamento speciale.

 

link da siti di autorità: Un link da un sito considerato “sito autoritario” probabilmente può passare più ranking di un link di un sito non autoritario quindi più piccolo.

 

Link dalla Fonte Wikipedia: Anche se i link sono nofollow, molti pensano che ottenere un link da Wikipedia ti dà un po ‘di fiducia aggiunta e autorità agli occhi dei motori di ricerca.

 

co-occorrenze: Le parole che tendono a comparire intorno ai vostri backlinks aiuta a dire di Google che cosa la pagina parla .

 

Backlink Età: Secondo un brevetto di Google , i link più anziani hanno più potere ranking di backlinks di nuovo conio.

 

Link da siti reali vs Splog: A causa della proliferazione di Blog all’interno della rete, Google probabilmente dà più peso ai link provenienti da siti “reali” che da falsi blog. Essi probabilmente usano i segnali di marca e user-interazione dadistinguere tra i due.

 

Link dal profilo naturale: Un sito con un profilo di collegamento “naturale” sta in una posizione elevata ed è più resistente agli aggiornamenti.

 

Collegamenti reciproci: Secondo Google le pagine contenenti elenchi di link generano un “legame di eccessivo scambio” e quindi viene considerato spam.

 

User Generated Content Links: Google è in grado di identificare i collegamenti generati dalla UGC contro il proprietario effettivo del sito. Ad esempio, essi sanno che un link dal blog ufficiale di WordPress.com in en.blog.wordpress.com è molto diverso da un link da besttoasterreviews.wordpress.com.

 

Link da 301: Link da 301 redirect possono perdere un po’ di ranking rispetto ad un collegamento diretto. Tuttavia, Matt Cutts dice che i 301 è simile a un collegamento diretto.

Microformati: Pagine che supportano microformati possono avere un rango superiore rispetto alle pagine senza di esso. Questo può essere una spinta diretta o il fatto che le pagine con microformati hanno una maggiore CTR nella SERP:

 

Directory di DMOZ : Molti credono che Google da più fiducia agli elenchi di siti provenienti da DMOZ rispetto ad altre direcotry.

 

Yahoo! directory: L’algoritmo potrebbe anche avere un posto speciale per il Yahoo! Directory, ma bisogna considerare da quanto tempo il vostro sito è presente nella directory di Yahoo!.

 

Numero di Outbound Link nella pagina: Alcuni SEO dicono che il PageRank è finito. Ma ancora oggi un link a una pagina potrà portare valore al vostro sito, inoltre bisogna spiegare che un sito con centinaia di OBLs passa meno PR di una pagina con pochi OBLs.

 

Forum Profilo Links: A causa di livello industriale dello spamming, Google può svalutare significativamente i collegamenti da profili di forum.

 

Conteggio parole di Linking Contenuto: Un link da un contenuto di 1000 parole è più prezioso di un link all’interno di un contenuto di 25 parole.

Qualità dei contenuti di Collegamento: Collegamenti dal contenuto scritto male o copiato non hanno tanto valore quanto i collegamenti da contenuti ben scritti, multimediali avanzati.

Sitewide Links: Matt Cutts ha confermato che i collegamenti del sito sono “compressi” per contare come un singolo collegamento.

Interazione con l’utente

Organic Click Through Rate per una parola chiave: Pagine che vengono cliccate con un CTR elevato può ottenere una spinta SERP maggiore per quella determinata parola chiave.

CTR organico per tutte le parole chiave: Il CTR di una pagina (o sito) organico per tutte le parole chiave può essere un segnale di interazione del rango basata sull’utente umano.

Frequenza di rimbalzo: Non tutti sono d’accordo a livello di SEO, ma può essere un modo di Google per utilizzare i loro utenti come tester di qualità (in pagine in cui la gente rimbalza velocemente, probabilmente non è un segnale molto buono).

Traffico diretto: E ‘confermato che Google utilizza i dati di Google Chrome per determinare se o meno le persone visitano un sito (e quanto spesso). I siti con un sacco di traffico diretto sono di qualità probabilmente superiore a siti che ottengono un traffico diretto molto inferiore.

Ripetizione del traffico: Google può anche guardare se gli utenti tornano in una pagina o un sito dopo averlo visitato. I siti con i visitatori abituali possono ottenere una spinta ranking di Google.

Siti bloccati: Google ha interrotto questa funzione in Chrome. Tuttavia, Panda ha usato questa caratteristica come un segnale di qualità.

Chrome Bookmarks: Sappiamo che Google raccoglie i dati di utilizzo del browser Chrome . Inoltre le pagine che vengono messe come segnalibro in Chrome potrebbero ottenere una spinta.

Dati di Google Toolbar: Search Engine di Danny Goodwin riporta che Google utilizza i dati della barra degli strumenti come segnale di classifica. Tuttavia, oltre la velocità di caricamento della pagina e malware, la barra degli strumenti possono far fuoriuscire altri tipi di dati.

Numero di Commenti: Le pagine con un sacco di commenti possono essere un segnale di utente-interazione e di qualità.

Tempo di sosta: Google presta molta attenzione al “tempo di sosta”: per quanto tempo le persone trascorrono sulla tua pagina durante una ricerca . Questo è anche a volte indicato come “lunghi scatti vs scatti brevi”. Se le persone spendono un sacco di tempo sul vostro sito, il che può essere usato come un segnale di qualità.

Regole speciali Algoritmo

Query merita Freschezza: Google dà una spinta a pagine più recenti per determinate ricerche.

Query merita Diversità: Google può aggiungere la diversità di una SERP per parole chiave ambigue, come “Ted”, “WWF” o “ruby”.

Cronologia delle esplorazioni dell’utente : I siti che visitate di frequente vengono segnalati a Google cosi da ottenere una diversa posizione nella SERP per le proprie

Cronologia di ricerca dell’utente: La cronologia di ricerca è una catena che influenza i risultati della ricerca per le ricerche successive. Ad esempio, se si cerca “recensioni” cercare “tostapane”, Google è più probabile che mostri siti di recensioni sui tostapane nella SERP.

Geo Targeting: Google dà la preferenza a siti con un IP server locale ed estensione del nome di dominio specifico paese.

Safe Search: I risultati di ricerca su google con parolacce o contenuti per adulti non appariranno per le persone con Safe Search accesi.

Google+ Circles: Google mostra i risultati più elevati per autori e siti che hai aggiunto alle tue cerchie su Google Plus.

Reclami DMCA: Google “downranks” pagine con disturbi DMCA.

Diversità dominio: Le cosiddette “Modifiche Bigfoot” presumibilmente aggiungono più domini per ogni pagina SERP.

Ricerche transazionali: Google a volte visualizza risultati diversi per parole chiave non commerciali legati, come ricerche di voli.

Ricerche locali: Google spesso in Google+ da risultati locali nella SERP in base alla posizione “normale” di ricerca.

Google News Box: Alcune parole chiave innescano la casella di Google News:

Big Preferenza Marca: Dopo l’aggiornamento, Google ha iniziato a dare grandi spinte alle marche per determinate ricerche.

Shopping Risultati: Google a volte visualizza risultati di Google Shopping in SERP organica:

Risultati di immagini: Google mostra i nostri risultati organici per i risultati di immagini e per le ricerche comunemente utilizzate su Google Image Search.

Easter Egg result: Google ha una dozzina di risultati “Easter Egg”. Ad esempio, quando si cerca “Atari Breakout” nella ricerca immagini di Google, i risultati della ricerca si trasformano in un giochi giocabile.Ad esempio Grida di Victor Pan.

Più risultati in SERP di un unico Sito: Il Dominio o parole chiave orientati sulle marche fa apparire diversi risultati dallo stesso sito nella SERP di google.

 

Segnali sociali

 

Numero di Tweets: I link come, i tweets contenuti in una pagina, possono influenzare il suo rango in Google.

 

Autorità di Twitter Users Accounts : E’ probabile che i tweet provenienti da età, profili di autorità con un sacco di seguaci (come Justin Bieber) hanno più effetto di un tweet da nuovi utenti, con una bassa influenza.

 

Numero di “mi piace” su Facebook: Anche se Google non riesce a vedere la maggior parte degli account di Facebook , è probabile che consideri il numero di mi piace su Facebook di una pagina.

 

Condivisioni Facebook: Le condivisioni su Facebook – perché sono più simili ad un backlink – possono avere una influenza più forte dei mi piace.

 

Autorità dell’account utente di Facebook: Come con Twitter, Facebook con le condivisioni e i mi piace provenienti da pagine popolari di Facebook può avere maggiore importanza.

 

Pinterest Pin: Pinterest è un popolare account di social media con un sacco di dati pubblici. E ‘probabilmente quello che Google considera come un segnale sociale.

 

Voti sui siti di condivisione sociale: E ‘possibile che Google utilizza azioni su siti come Reddit, Stumbleupon e Digg, come un altro tipo di segnale sociale.

 

Numero di Google +1: Anche se Matt Cutts ha dichiarato che un +1 su google plus ha un ” effetto diretto “sulla classifica. Infatti era impossibile che google ignora la propria rete sociale.

 

Autorità di Google+ account utente: E ‘logico che Google peserebbe + 1 di provenienti da conti autorevoli più che da account senza molti seguaci.

 

Verifica autore Google+: Nel febbraio 2013, il CEO di Google Eric Schmidt ha notoriamente affermato: “Tra i risultati della ricerca, le informazioni legate ai profili online verificati, verrà posizionato più in alto rispetto ad un contenuto senza tale verifica, che si tradurrà nella maggior parte degli utenti, naturalmente, cliccando sulla parte superiore (verificato) risultati.” L’authorship Verificata potrebbe già essere un segnale di fiducia.

 

Segnali social importanti: Google probabilmente utilizza le informazioni di pertinenza delle condivisioni del contenuto e il testo che circonda il link.

 

Livello del segnale dei social: I livelli dei segnali dei social di un sito possono aumentare l’autorità generale dello stesso, che aumenterà la visibilità di ricerca di tutte le sue pagine.

 

Segnali di marca

 

Marca Anchor Text: Il testo di ancoraggio è un semplice – segnale di marchio – ma forte.

 

Ricerche di marca: E’ semplice, la gente cerca le marche. Se la gente cerca il tuo sito su Google (ad esempio. “Famastudio Twitter”, Famastudio + “fattori di ranking”), quest’ultimo probabilmente prende in considerazione quando si determina un marchio.

 

Sito con pagine Facebook: Le marche tendono ad avere pagine Facebook con un sacco di likes.

 

Profilo Twitter con i seguaci: I profili Twitter con un sacco di seguaci segnala un marchio popolare.

 

Pagina Linkedin: La maggior parte delle aziende reali deve avere una compagnia di pagine Linkedin.

 

Elenco dipendenti Linkedin: Rand Fishkin pensa che avere profili Linkedin che dichiarano di lavorare per la vostra azienda è un segnale di marchio.

 

Legittimità degli account Social Media: Un account di social media con 10.000 seguaci e 2 posti è probabilmente interpretato molto diversamente da un altro avendo 10.000 follower con un sacco di interazioni.

 

Menzioni delle marche sui siti di notizie: I reali grandi marchi vengono citati su Google news. In effetti, alcuni marchi hanno anche il loro spazio su Google News in prima pagina:

 

Co-Citazioni: Ottenere un marchio citato senza essere legato a Google, probabilmente non permetterà di avere un collegamento ipertestuale per citare il marchio.

 

Numero di Sottoscrittori RSS: Considerando che Google possiede il popolare servizio Feedburner RSS, ha senso che sarebbero come un segnale di popolarità / marca.

 

Posizione con Google+ Local Listing: le imprese reali hanno degli uffici. E’ possibile che gli spider di Google per la posizione sono dati per determinare se un sito è di un grande marchio.

 

Sito web che paga le tasse: Moz riporta che Google può guardare se un sito è associato a un business che pagano le tasse.

 

On-Site Fattori web-spam

 

Penalità Panda: I siti con contenuti di bassa qualità sono meno visibili alla ricerca dopo essere stato colpito da una sanzione Panda .

 

Link ai Quartieri Bad: i collegamenti ai “cattivi vicini” – possono danneggiare la vostra visibilità di ricerca.

 

Reindirizzamenti: Reindirizzare i siti si possono avere delle penalizzazioni da parte di google oppure dei vantaggi tutto dipende dal sito reindirizzato al nuovo dominio.

 

I Popup o possono distrarre dagli annunci: Le linee guida ufficiali di Google Rater sono un documento che dice chiaramente che i popup sono annunci che distraggono e sono un segno di un sito di bassa qualità.

 

Ottimizzazione Over Site: Questo tipo di ottimizzazione include tutti i fattori on-page come ad esempio keyword stuffing, intestazione tag ripieno, eccessivo utilizzo di parola chiave.

 

Ottimizzazione Over Page: Molte persone riferiscono che – a differenza di Panda – Penguin ha come obiettivo una singola pagina.

 

Annunci Above the Fold: L’algoritmo di google penalizza i siti con un sacco di annunci e non molti contenuti.

 

Nascondere Link Affiliati: Orami non è più possibile nascondere i link di affiliazione nel proprio sito web, poiché con i nuovi aggiornamenti, google riuscirà a trovare i link nascosti e quindi porterà ad una sanzione.

 

Siti Affiliati: Non è un segreto che Google non è il più grande fan di affiliati. E molti pensano che i siti che guadagnano con i link di affiliazione sono messi sotto esame supplementare.

 

Contenuto Autogenerato: Google non è un grande fan di contenuti generati automaticamente. Se si sospetta che il vostro sito sta scrivendo i contenuti generati dal computer, potrebbe tradursi in una sanzione o de-indicizzazione.

 

Eccesso PageRank Sculpting: Utilizzare troppi link nofollowing potrà essere segno di spam da parte di google. Quindi bisogna utilizzare con moderazione questi link per aumentare il vostro PageRank.

 

Indirizzi IP contrassegnati come spam: Se l’indirizzo IP del server è fermato in posizione di spam, può ferire tutti i siti su quel server.

 

Meta Tag Spamming: Un Keyword stuffing può anche avvenire nel meta tag. Se Google pensa che stai aggiungendo parole chiave per la tua meta tag, gli algoritmi di Google possono colpire il vostro sito.

 

OFF Page Fattori webspam

 

Afflusso non naturale di link: Un improvviso (e innaturale) afflusso di collegamenti è un segno infallibile di link fasulli.

 

Penalità Penguin: Siti che sono stati colpiti da Google Penguin sono significativamente meno visibili alla ricerca.

 

Collegamento con il profilo alto con percentuale di link di bassa qualità: Un sacco di link provenienti da fonti comunemente usate dai SEO black hat (come commenti sul blog e profili del forum) possono essere un segno di penalizzazione.

 

Pertinenza del collegamento del dominio: L’analisi famosa da MicroSiteMasters.com ha trovato che i siti con una quantità innaturale elevata di link da siti non collegati, erano più suscettibili da Penguin.

 

Attenzione ai link non naturali: Google ha inviato migliaia di “Avvisi Google Webmaster Tools per i link innaturali rilevati”. Questo di solito precede una caduta in classifica, anche se non subito.

 

Link dalla stessa classe C IP: Ottenere una quantità innaturale di link da siti sullo stesso server IP può essere un segno di link building network di blog.

 

Anchor Text Poison”: Bisogna saper calibrare le parole chiavi negli Anchor Tex per evitare che il vostro sito e può essere segnalato come spam o un sito hackerato. In entrambi i casi, si può danneggiare il posizionamento del tuo sito.

 

Penalità Manuale: Google è stato riconosciuto per distribuire sanzioni manuali.

Vendita di link: Vendere i link può sicuramente influire il PageRank del sito e danneggiare la vostra visibilità di ricerca.

 

Google Sandbox: Nuovi siti che ottengono un improvviso afflusso di link sono talvolta messi in Google Sandbox , che limita temporaneamente la ricerca di visibilità.

 

Google Dance: La Google Dance può scuotere temporaneamente la classifica. Secondo un brevetto di Google, questo può essere un modo per determinare se un sito sta cercando di ingannare l’algoritmo.

 

Disavow Tool: Utilizzo dello strumento potrà cancellare una penalità manuale o algoritmica per i siti che sono stati vittime di SEO negativo.

 

Richiesta riconsiderazione: Una richiesta di riconsiderazione di successo è in grado di sollevare una penalità.

 

Questi sono i fattori più chiacchierati dai vari SEO, ma Google ogni giorno aggiunge varia nuovi ingredienti. Per fortuna che siano 200 o 2.000 c’è chi ci pensa per noi, contattaci oggi stesso, i tuoi concorrenti si stanno già attrezzando, non rimanere indietro, vai sul modulo di contatto.